Ministero del Lavoro: rafforzati i controlli su co.co.pro. e partita IVA

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Comunicato del 1° aprile 2014

Nell’ambito delle iniziative volte a contrastare il lavoro irregolare, il Ministero del Lavoro ha annunciato il il rafforzamento dei controlli sull’utilizzo improprio di alcune fattispecie contrattuali, quali i contratti di collaborazione a progetto e le partite IVA, che spesso mascherano rapporti di lavoro subordinato.

Il Ministero – nel precisare che Il ricorso a contratti di collaborazione a progetto o a partite IVA è legittimo quando sia giustificato da ragioni oggettive legate alle esigenze produttive ed organizzative delle aziende che vi ricorrono; non lo è quando viene fatto per mascherare un rapporto di lavoro subordinato e per evitare possibili contenziosi, sfuggendo agli obblighi previdenziali ed assistenziali verso il lavoratore che viene così a trovarsi in condizioni di precarietà, con scarse tutele e pressoché inesistenti prospettive di stabilizzazione” – ha inoltre provveduto alla costituzione di un gruppo di lavoro per verificare l’eventuale esigenza di semplificazioni e revisioni normative.

Leggi il Comunicato