ScaricaStampa

– Maggio 2024 –

a cura di Filippo Capurro

In questo mio studio, pubblicato sulla Rivista “Labor – Il lavoro nel diritto” – ragiono in chiave critica su una recente pronuncia che dà continuità a un unico precedute di legittimità.

In particolare viene affermato il principio secondo cui, qualora la parte che subisce il recesso accompagnato dall’offerta di prestare in servizio il periodo di preavviso, rinunci a tale prestazione interrompendo immediatamente il rapporto di lavoro, essa non è tenuta a riconoscere alla parte recedente la relativa indennità sostitutiva.

Scarica l’articolo

ImmaginePDF

Scarica la pronuncia

ImmaginePDF